Consenso cookies

Dantealighieri.si utilizza i cookies che permettono un accesso ottimale ai contenuti. In quanto desiderate proseguire con la navigazione, è necessario consentire, in base alla Legge sulla Comunicazione Elettronica della Repubblica di Slovenia (art. 157 ZEKom-1), l'utilizzo dei cookies.

Consento l'utilizzo

Allontanati dal sito

Scuola elementare "Dante Alighieri" 08:07 | 19 Ott 2017
Via Rivoluzione d'ottobre 10, 6310 Isola
Pagina iniziale
   
Notizie
Torneo di scacchi, Capodistria, 21 aprile
Lunedì, 24 Aprile 2017 - 15:42 - Stampa la notizia: Torneo di scacchi, Capodistria, 21 aprile


Per la terza volta nel corso di quest’anno scolastico, alcuni dei nostri alunni che frequentano la materia opzionale “Scacchi” hanno partecipato ad uno dei tornei del ciclo 2016/2017 per alunni di scuole elementari, organizzato dalla scuola elementare “Koper” in collaborazione con il circolo scacchistico di Capodistria “Val-Koper”.



Il torneo è individuale e prevede cinque incontri, sorteggiati dal computer secondo il consueto Sistema Svizzero; il tempo di riflessione per ciascuna partita è di dieci minuti con bonus di cinque secondi per ogni mossa giocata.

Il livello tecnico della competizione, appunto rivolta agli alunni delle scuole elementari, non è particolarmente elevato, anche se nei primi tavoli si può sempre apprezzare qualche giocatore promettente che è già in grado di mettere in mostra apprezzabili conoscenze teoriche. Nel resto della sala da gioco (la mensa della scuola ospitante) i giovani scacchisti in erba litigano ancora con i movimenti dei pezzi, si arrovellano senza notare i numerosi pezzi in presa sulla scacchiera e inciampano su mosse illegali che rappresentano la ragione principale della conclusione delle partite. Tuttavia il clima che si respira è sereno e i ragazzi mostrano allegria e voglia di partecipare al torneo; anche tra i più bravi, quelli che provano ad impostare qualche variante dell’apertura siciliana o della scozzese, non si percepisce quella tensione agonistica tipica di tanti sport in cui il desiderio di portare a casa il risultato domina qualunque logica educativa, ma la spensieratezza di chi desidera innanzitutto far parte di un evento collettivo, dando il proprio meglio ma accettando sportivamente la possibile sconfitta.

E quando vedo che uno dei nostri, in una posizione inequivocabilmente vinta, con una svista clamorosa regala la patta al suo incredulo avversario e i due poi si stringono la mano facendosi grandi risate, allora mi convinco sempre di più che gli scacchi a scuola sono un modo come pochi per aggregare i ragazzi in modo sano e positivo.

                                     

                                     

                                     

 


  Cerca  
     

  Archivio notizie  
     

  Login utente  
     
Utente
Password
Ricordami


 
 
Collegamenti esterni : Ministero per l'istruzione Istituto per l'educazione Comunità Italiana di Isola Unione Italiana